Area di Ricerca

Iniziative scientifiche e di ricerca

Le ricerche condotte dall’OIG negli anni passati, hanno avuto sbocco in pubblicazioni di rilievo nazionale, che colgono prevalentemente il carattere pluridisciplinare delle stesse. In particolare gli studi si sono concentrati sulle analisi di mercato, sulle ricostruzioni storiche, sui processi culturali (quantitativi, qualitativi e in lettura diacronica), sulla clinica, sulle letture sociologiche.

Dette ricerche sono consultabili nelle pubblicazioni a nome del prof. Imbucci (già riportate nella specifica sezione) e in quelle che si indicano di seguito:

- O. De Rosa (a cura di), Peter Pan e l’isola che non c’è. Itinerari del gioco tra storia e psicologia, Arc en Ciel, 2003;

- O. De Rosa, G. Russo, Gioco e dipendenza, Editrice Gaia, 2007;

- O. De Rosa, D. Verrastro, Menti in gioco, Editrice Gaia, 2009.

È stato da poco completato lo studio sulla propensione al gioco in Campania;

La ricerca ha consentito di sperimentare un metodo d’indagine a campione nelle scuole, nei luoghi pubblici e in prossimità dei punti di accesso al gioco. Il modello sperimentato sarà esteso in chiave comparativa a tutto il territorio nazionale, in collaborazione con studiosi di quattordici università italiane, capifila di altrettante ripartizioni geografiche della ricerca. 

È in corso di elaborazione il progetto di ricerca “Gioco e usura”, in collaborazione con istituzioni locali (prefetture e questure), oltre che con associazioni di volontariato e onlus, attive sul territorio nazionale, impegnate nell’azione di supporto alle vittime.

Analisi epidemiologica sul gioco pubblico e sull’individuazione di possibili indicatori di problematicità.

L’Osservatorio ha attivato il primo step della ricerca epidemiologica sui comportamenti di gioco in Italia per l’individuazione di “fragilità” sociali potenzialmente esitabili in ludopatie: in particolare, con l’azione attivata, si intende avviare una mappatura dei comportamenti di gioco nelle diverse province italiane al fine di ricostruire un possibile “identikit del giocatore” territorialmente dettagliato.

La ricerca ha come obiettivo quello di “conoscere per governare” e mira a costituire una banca dati significativa sui comportamenti di gioco area per area, al fine di suggerire adeguate misure di prevenzione e supporto per i giocatori problematici. In tal senso, attraverso l’individuazione di un campione significativo misurato sui dati della popolazione presente (sesso, età, condizione sociale), è stata avviata la somministrazione telefonica di questionari appositamente predisposti.

 

Filoni di ricerca attivati nell’ambito del Master di primo livello per Esperti ed Operatori del gioco pubblico in Italia

-          Il gioco on-line. Internet e le nuove frontiere del gioco

-          Lo stato degli studi sul gioco patologico nella letteratura anglosassone

-          Il gioco nella storia: età antica, medioevo, età contemporanea

-          Gli adolescenti e il gioco. Analisi quantitativa in un campione delle scuole di Nocera Inferiore (SA)

-          Il gioco pubblico in Europa: casi a confronto

-          Gioco e lavoro. La legislazione sul gioco pubblico in Italia: ipotesi di finanziabilità per attività d’impresa

-          Gioco e usura in Campania. Analisi quantitativa attraverso l’attività delle associazioni di volontariato e dell’Osservatorio regionale sulla criminalità

-          Analisi quantitativa sulle attività di prevenzione delle dipendenze attraverso i dati del Ser.T. di Melfi (PZ)

Informazioni aggiuntive